Premessa. Un trattamento efficace e tempestivo del diabete può ridurne in modo sostanziale le conseguenze negative. Oggi sono disponibili numerose opzioni terapeutiche, con nuove classi di farmaci (inibitori del DPP-4, analoghi del GLP-1, inibitori del SGLT-2), aggiuntesi ad altre utilizzate da tempo. Questi farmaci differiscono per meccanismo di azione, tollerabilità e costi, mentre presentano un’efficacia analoga. La scelta della migliore terapia per il singolo paziente è tuttavia resa difficile dalla scarsità di studi che mettano direttamente a confronto i singoli farmaci o le loro combinazioni

Obiettivi. Utilizzando tecniche statistiche avanzate per combinare i dati della letteratura (network metanalysis) lo studio affronta i quesiti che il clinico si pone e che le linee guida affrontano: qual è la migliore monoterapia? Quando la monoterapia non è più sufficiente, qual è la migliore combinazione di due farmaci? e quale combinazione di tre farmaci è da preferire quando due non bastano più?

Tipo di studio. Network metanalysis internazionale

Popolazione. Dati derivanti da 301 sperimentazioni cliniche randomizzate che hanno coinvolto 118.094 pazienti con diabete di tipo 2

Centri. Lo studio è stato condotto da ricercatori Italiani, Australiani, Neozelandesi, Canadesi e Greci

Promotore. CORESEARCH, Università di Bari, University of Otago Christchurch – New Zealand

Fonte di finanziamento. Royal Society of New Zealand

Status. Studio in corso

Pubblicazioni:

  1. Palmer SC, Mavridis D, Nicolucci A, Johnson DW, Tonelli M, Craig JC, Maggo J, Gray V, De Berardis G, Ruospo M, Natale P, Saglimbene V, Badve SV, Cho Y, Nadeau-Fredette AC, Burke M, Faruque L, Lloyd A, Ahmad N, Liu Y, Tiv S, Wiebe N, Strippoli GF. Comparison of Clinical Outcomes and Adverse Events Associated With Glucose-Lowering Drugs in Patients With Type 2 Diabetes: A Meta-analysis. JAMA. 2016;316:313-24.