Vocazione per la ricerca

La vocazione alla ricerca rimane una prerogativa fondamentale del personale di CORESEARCH. Tale attività si concretizza non solo nella conduzione di propri programmi originali, ma anche nell’attitudine ad inserire in ogni attività di servizio elementi innovativi e all’avanguardia dal punto di vista metodologico.

L’attività di CORESEARCH riguarda principalmente, ma non esclusivamente, nell’ambito delle patologie croniche, ed è focalizzata sulle seguenti, importanti tematiche:

  • La produzione di nuove evidenze scientifiche riguardo i trattamenti ed i fattori di rischio delle malattie
  • L’applicazione della metodologia della ricerca per la dimostrazione di efficacia di interventi non farmacologici (nuove tecnologie, telemedicina e telecare, modelli assistenziali, modelli educativi)
  • La valutazione della trasferibilità delle evidenze scientifiche alla pratica clinica (effectiveness research)
  • La valutazione degli esiti clinici, sociali ed economici dell’assistenza (outcomes research)
Le attività in corso riguardano numerosi ambiti di ricerca: diabete, obesità, malattie cardiovascolari, malattie renali, ematologia e oncoematologia, tumori e altre patologie della tiroide, trapianto di fegato.

Per perseguire questi scopi, CORESEARCH dispone di competenze e strumenti metodologici e statistici best in class, sviluppati durante 25 anni di attività.

La ricerca sviluppata testimonia l’alto livello di innovatività che ha sempre contraddistinto i programmi svolti.

I ricercatori che operano in CORESEARCH sono stati fra i primi al mondo ad introdurre in ambito diabetologico le tecniche di metanalisi e i principi della evidence based medicine. Hanno diffuso in Italia, grazie a programmi come il QuED (Qualità ed Esiti in Diabetologia) i concetti della misura e miglioramento continuo della qualità dell’assistenza ed hanno formalizzato per la prima volta l’introduzione di misure centrate sulla persona (qualità di vita, soddisfazione) fra gli indicatori di qualità delle cure.

La capacità di guardare ai dati con l’occhio del ricercatore ha contraddistinto anche l’approccio all’analisi dei grandi database amministrativi, che sono stati spogliati del loro ruolo di meri “dati contabili” e trasformati in una preziosa ed insostituibile fonte di informazioni clinico-epidemiologiche a supporto delle decisioni cliniche e strategiche.

La qualità della ricerca condotta dal personale di CORESEARCH è attestata da oltre 250 pubblicazioni su riviste internazionali indicizzate, incluse alcune le più prestigiose (The Lancet, JAMA, Annals of Internal Medicine, BMJ, Archives of Internal Medicine, Diabetes Care, Diabetologia, Journal of National Cancer Institute, Journal of Clinical Oncology) e dalla collaborazione con università e centri di ricerca italiani e stranieri, società scientifiche e aziende del farmaco e di dispositivi biomedicali.

INIZIATIVE E PROGETTI SPECIALI

ECRIN-ItaCRIN, IBDO-Italian Barometer Diabetes Observatory Foundation, HealthCity Institute, ITCO–Italian Thyroid Cancer Observatory

REGISTRO ITALIANO SCLEROSI MULTIPLA

La sclerosi multipla (SM) è una malattia neurodegenerativa demielinizzante, con lesioni a carico del sistema nervoso. Nel mondo si contano circa 2,5-3 milioni di persone con SM, di cui 600.000 in Europa e circa 110.000 in Italia. Per frequenza è la seconda malattia neurologica nel giovane adulto e la prima di tipo infiammatorio cronico...

RIACE

La malattia renale cronica (CKD) rappresenta una delle principali complicanze del diabete di tipo 1 e 2. Essa colpisce circa un terzo delle persone con diabete nel corso della loro vita e rappresenta la prima causa di...

IDES 2

Lo svolgimento di attività fisica è parte integrante della gestione del diabete di tipo 2; molti studi ne hanno infatti dimostrato i benefici nel migliorare il controllo metabolico e i fattori di rischio cardiovascolare.

AGO 02

Nel corso degli anni le modalità di somministrazione dell’insulina nei pazienti con diabete sono evolute, portando alla produzione di aghi di lunghezza e calibro progressivamente più piccoli al fine di ridurre il dolore e la paura delle iniezioni stesse...

MAGICAL

La gestione del diabete nei bambini e negli adolescenti è un problema particolarmente importante sia dal punto di vista clinico che per l’impatto sulla qualità di vita dei pazienti e dei loro genitori.

TOSCA.IT

Tutte le linee guida raccomandano l’uso di metformina come trattamento iniziale del diabete mellito di tipo 2. Qualora la sola metformina non fosse più sufficiente, si consiglia l’aggiunta di un secondo farmaco.

HD 0607

il regime chemioterapico ABVD è ancora considerato il trattamento "gold standard"per la malattia di Hodgkin in stadio avanzato (HD); tuttavia una frazione sostanziale di...

SELF-CARE

Il Chronic Care Model (CCM) centrato sulla persona è riconosciuto come il modello assistenziale ideale per la gestione delle patologie croniche e il requisito essenziale per una persona inserita in un CCM è l’empowerment.

MPD-RC

Il Consorzio di Ricerca per le Malattie Mieloproliferative (MPD-RC) è un gruppo no profit, multi-istituzionale, internazionale finanziato dal National Cancer Institute con la mission di coordinare, facilitare, e portare avanti...

iNEWTREND

È noto come il diabete di tipo 1 sia particolarmente difficile da controllare nella fascia di età degli adolescenti/giovani adulti. In questa popolazione i valori medi di emoglobina glicosilata superano di gran lunga i target raccomandati in una larga maggioranza di pazienti...

BENCH-D

Nonostante l’ampio consenso (Piano Nazionale Diabete) riguardo la centralità della persona con diabete e il ruolo fondamentale del suo coinvolgimento nella gestione della malattia al fine del raggiungimento degli obiettivi terapeutici stabiliti, il programma internazionale Diabetes Attitudes, ...

REAL (NN2211-4118) STUDY

Liraglutide è un agonista recettoriale del GLP-1 che è da qualche anno parte dell’armamentario terapeutico a disposizione per la cura del diabete di tipo 2. Valutare l’impatto a lungo termine di una nuova terapia quando utilizzata in condizioni di normale pratica clinica rappresenta una priorità.

ANNALI AMD

Il personale di CORESEARCH collabora, fin dalla sua attivazione nel 2006, al progetto Annali AMD, una delle più rilevanti iniziative a livello internazionali di monitoraggio e miglioramento continuo della qualità dell’assistenza. Le competenze cliniche, metodologiche, statistiche ed informatiche di CORESEARCH...

NETWORK METANALYSIS ON DIABETES

Un trattamento efficace e tempestivo del diabete può ridurne in modo sostanziale le conseguenze negative. Oggi sono disponibili numerose opzioni terapeutiche, con nuove classi di farmaci (inibitori del DPP-4, analoghi del GLP-1, inibitori del SGLT-2), aggiuntesi ad altre utilizzate da tempo.

DAWN-2

Lo studio Diabetes Attitudes, Needes and Wishes 2 (DAWN-2), rappresenta un’iniziativa di partenariato globale tra diverse organizzazioni nazionali e internazionali, tra cui la International Diabetes Federation, l’Alleanza Internazionale delle Organizzazioni dei Pazienti (IAPO) lo Steno Diabetes Center e Novo Nordisk, per la promozione...

STRONG

Il Diabete Gestazionale (GDM) rappresenta una condizione patologica pericolosa per la madre e per il feto, sia nel corso della gravidanza che al momento del parto. Le donne affette da GDM hanno infatti un rischio aumentato...